Bianco Borgogno

Tutto nasce da un infuso di 37 diverse essenze che lasciamo a macerare in alcol per almeno due mesi: radici, foglie, fiori, semi, frutti. Dagli aromi più comuni come vaniglia, chiodi di garofano, genziana, rabarbaro, ai più insoliti come sandalo, cardamomo, calamo, macis fino. Ma non ve le diciamo tutte… è un segreto! Protagonista di questo vino aromatizzato è ovviamente la china nelle sue 3 classiche varietà: Calisaya, Soccimano, Soccirubra. Poi uniamo infuso, zucchero, e alcol al vino.

Il Bianco Borgogno viene fatto con vino Cortese. Prevalgono note dolci e agrumate: arancio, limone, pompelmo. Ideale come aperitivo, bevanda rinfrescante, e come base per miscelati.

Bevetelo come vi piace! puro, con ghiaccio, con acqua calda, con cioccolato fondente… e lo avete mai provato come base per miscelati?

Download

scheda tecnica