Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

  MENO TEORIA PIU' PRATICA

Nel pieno centro storico del paese di Barolo, sorge la Casa Borgogno con le proprie cantine scavate nel tufo vivo della collina. Il punto di forza di Borgogno stà nel pieno rispetto della tradizione,che ricorda i vini di una volta, infatti vengono prodotti con vinificazioni tradizionali e naturali, per questo:
non usa lieviti selezionati, non usa enzimi, non usa manno proteine.
Le pratiche di fermentazione sono sempre le stesse da molti decenni con fermentazioni lunghe, follature e rimontagli a mano. Nell’ arco degli anni si sono affinate le tecniche, che permettono di avere dei vini vivi, veri e puliti, di anno in anno sempre diversi, in quanto si rispettano le caratteristiche dell’annata, ma sempre con quell’inconfondibile impronta di Borgogno dovuta ai lunghi affinamenti nelle grandi  botti in Rovere di Slavonia. Secolare consuetudine voluta da Cesare Borgogno nel 1920 è l’accantonamento di circa 20000 bottiglie di grandi annate di Barolo, per un  affinamento che dura minimo dieci anni. Il risultato è l’acquisizione di straordinarie rotondità ed equilibri con preziose e molteplici sfumature di profumi. In un angolo della cantina i vecchi attrezzi di lavoro sono testimonianza della storia di Borgogno.